Rubrica Sindacale

Anfos membro Cesi

anfos-membro-cesi-italia-2019
Anfos Associazione nazionale formatori della sicurezza sul lavoro entra a far parte della Cesi Confederazione europea dei sindacati indipendenti. Anfos è lieta di informare i propri associati e collaboratori su questa graditissima novità. Su questo importante passaggio che stimola ancora nell'impegno, nella professionalità, nella dedizione al lavoro e alla sicurezza. L'ingresso Anfos nella famiglia Cesi è stato decretato al termine del proprio Consiglio di Amministrazione del 26 giugno 2019. Questo il post in merito pubblicato dalla Confederazione con la dichiarazione del segretario generale Klaus Hegger. Ringraziando ancora Cesi per l'opportunità concessa e rimandando all’immediato futuro per ogni aggiornamento in merito, riportiamo in chiusura una breve dichiarazione del preside...
Leggi l'Articolo

Legge Europea 2018

legge-europea-2018
La Legge Europea, contestualmente alla Legge di delegazione europea, rappresenta uno degli strumenti predisposti dalla legge n. 234 del 2012 con l’obiettivo di adeguare periodicamente, di norma una volta all’anno, l’ordinamento nazionale a quello dell’Unione europea, in considerazione del recepimento delle nuove disposizioni legislative intervenute dall’ultimo aggiornamento al fine di evitare le procedure comunitarie di infrazione Per l’anno 2019 è quindi stata recentemente pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 109 dell’11 maggio 2019 la legge 37 del 03 maggio che regolamenta le “Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea”. Le misure contenute nella legge 37/2019, “Legge Europea 2018” si orientano su diversi aspetti e interve...
Leggi l'Articolo

Inail, nuova procedura CIVA online verifica attrezzature

applicativo-online-indicazioni
A partire dal 27 maggio 2019 sarà operativo il nuovo applicativo Civa Inail messo a punto per la richiesta on line dei servizi di verifica sugli impianti e sulle apparecchiature. Il nuovo applicativo Civa consente una maggiore tracciabilità delle richieste sul territorio nazionale e sostituisce l’attuale modalità di richiesta via posta certificata. Con la circolare n. 12 del 13 maggio 2019 l’Istituto ha fornito le indicazioni per l’accesso e le modalità di presentazione delle richieste che si applicano ai i seguenti servizi: la denuncia di impianti di messa a terra e di impianti di protezione da scariche atmosferiche, la messa in servizio e l’immatricolazione delle attrezzature di sollevamento, degli ascensori e dei montacarichi da cantiere e di apparecchi a pressione singoli e degli i...
Leggi l'Articolo

Installazione di impianti di videosorveglianza, interpello 3/2019

video-sorveglianza
Sono stati richiesti chiarimenti alla Direzione generale dei rapporti di lavoro del Ministero del Lavoro, in merito alla applicabilità del principio di silenzio assenso relativamente all'installazione ed utilizzo degli impianti audiovisivi e degli altri strumenti di cui all'attuale articolo 4, comma 1, della legge 20 maggio 1970, n. 300. Una richiesta di chiarimenti che perviene in ragione del combinato disposto con quanto previsto dalla legge n. 241 del 1990 che prevede che il silenzio dell'amministrazione competente, quindi dell’Ispettorato del Lavoro, equivalga all’accoglimento della domanda di installazione. La direzione centrale del Ministero, ha risposto nell’interpello nr 3 presentato in data 08 maggio 2019, inquadrando innanzitutto il panorama normativo, sottolineando gli sco...
Leggi l'Articolo

Modifiche norme tecniche prevenzione incendi, decreto 12 aprile

decreto-modifiche-norme-prevenzione-incendi-aprile-2019
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale un provvedimento di modifica del Codice di Prevenzione Incendi, si tratta del Decreto 12 aprile 2019 GU nr 95 del 23 aprile 2019 “Modifiche al decreto 3 agosto 2015, recante l’approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139”. Una delle novità è l'abolizione del comma 2 dell’articolo 1 “Le norme tecniche di cui al comma 1 si possono applicare alle attività di cui all'articolo 2 in alternativa alle specifiche disposizioni di prevenzione incendi di cui ai decreti del Ministro dell'interno di seguito indicati, ovvero ai vigenti criteri tecnici di prevenzione incendi”. Le citate norme tecniche di cui al comma 1 sono le Regole Tecniche Orizzontali (RTO), definite nell’allegato del...
Leggi l'Articolo

Riconoscimento lavori usuranti pensionamento anticipato, indicazioni Inps 2019

domande-modelli-aggiornati
Il Decreto legislativo nr 67 del 21 aprile 2011, pubblicato in Gazzetta Ufficiale nr 108 dell’11 maggio 2011, disciplina l’accesso anticipato al pensionamento per gli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti con requisiti agevolati. I destinatari del beneficio anticipato sono i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti di cui all’art. 2 del decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale 19 maggio 1999, ne fanno parte i lavori in galleria, cava o miniera, i lavori in cassoni ad aria compressa, i lavori svolti dai palombari, i lavori svolti in presenza di alte temperature, i lavori espletati in spazi ristretti, con carattere di prevalenza e continuità ed in particolare delle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, le ma...
Leggi l'Articolo

Ispettorato Nazionale Lavoro, Rapporto annuale dell’attività di vigilanza 2018

rapporto-vigilanza-ispettorato-2018
L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha pubblicato il "Rapporto annuale dell'attività di vigilanza 2018" presentato il 18 aprile 2019. Le azioni dei 2.100 ispettori del lavoro si sono concentrate sui fenomeni di maggiore rilevanza in materia di lavoro e legislazione sociale, quali le violazioni sugli aspetti della sicurezza, il lavoro sommerso, il caporalato e l'intermediazione illecita. Nel complesso sono state ispezionate 144.163 aziende, sul totale degli accertamenti effettuati è stato rilevato un tasso di irregolarità pari al 70%, in 98.255 casi (con una crescita di cinque punti percentuali rispetto al 2017). Oltre due aziende su tre sono quindi risultate irregolari. I controlli degli ispettori svolti in materia di tutela della salute e della sicurezza hanno interessato 20.492 a...
Leggi l'Articolo

Testo Unico sicurezza lavoro aprile 2019

aggiornamento-testo-unico-sicurezza-lavoro-aprile-2019
La terza revisione 2019, datata aprile 2019, del Decreto legislativo 81/2008, Testo Unico Sicurezza, è online. Spazio agli aggiornamenti introdotti dal decreto DPI e alla segnaletica stradale. Inseriti anche i testi dei primi tre interpelli sicurezza dell’anno. L’articolo 1 del Decreto Legislativo nr 17 del 19 febbraio 2019, pubblicato in GU n.59 del 11 marzo 2019 “Adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2016, sui Dispositivi di protezione individuale e che abroga la direttiva 89/686/CEE del Consiglio”, ha modificato il decreto sui DPI, nr 475 del 4 dicembre 1992 allineando le disposizioni nazionali a quelle già in vigore nella comunità Europea. Gli aggiornamenti introdotti dal nuo...
Leggi l'Articolo

Inps, congedo straordinario esteso ai figli di persone disabili non conviventi

congedo-straordinario-figlio-disabile-non-convivente
Con una recente sentenza emessa dalla Corte costituzionale il 07 dicembre 2018 (sentenza 232), è stata estesa la possibilità di accesso al diritto al congedo straordinario ai figli di persone disabili anche se non conviventi al momento della presentazione della domanda di congedo, come previsto dall’articolo 42, comma 5, del decreto legislativo n. 151 del 26 marzo 2001, La lettera circolare Inps n. 49 del 05 aprile 2019, fornisce indicazioni in merito all’applicazione degli effetti della sentenza per i lavoratori del settore privato, indicando le modalità di presentazione delle domande, i criteri di retroattività e i requisiti per gli aventi diritto. La delibera della sentenza si inquadra all’interno del contesto normativo delineato dal citato comma 5 dell’articolo 42 del D.Lgs 151/20...
Leggi l'Articolo

Inps rivalutazione importi assegni nucleo familiare e maternità dei Comuni

assegni-familiari-maternita-nota-aggiornamenti
La circolare INPS numero 51 dell’11 aprile 2019 ha fornito le indicazioni derivanti dall’applicazione della variazione degli indici ISTAT in merito agli importi degli assegni per il nucleo familiare e degli assegni di maternità concessi dalle amministrazioni municipali per l’anno 2019. La rivalutazione degli importi consegue quanto reso noto da parte della Presidenza del Consiglio dei ministri, Dipartimento per le politiche della famiglia, che con il Comunicato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 82 del 06 aprile 2019, ha reso noto che la variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato per l’anno 2019, è risultata pari all’1,1%. Per effetto del comma 4 dell’articolo 65 della legge nr 448 del 23 dicembre 1998 l’incremento si appli...
Leggi l'Articolo